b

L'Oasi WWF degli Stagni di Casale

Vicenza  >  Italy

Set of ponds and wetlands that are a result of past clay excavating activities. Many nice birds can be seen here.

Description

L'Oasi WWF degli Stagni di Casale is a set of ponds and wetlands that are a result of past clay excavating activities. Because the ponds are excavated at different depths this has led to interesting diversification. Also restoring nature by the WWF has further contributed to the natural wealth of this Oasis. Like shores that are suitable for wading birds, a  reforested area and ponds for amphibians and water birds. In addition there are many bird hides for visitors. The ponds have nesting of waterfowl such as Eurasian Coot, Eurasian Moorhen, Little Grebe and Garganey. Also species linked to reeds and wet bushes such as Bearded Tit and Reed Bunting. In addition to Little Bittern, Great Bittern, Reed Warbler and Penduline Tit. Two species of woodpecker, Great Spotted Woodpecker and Eurasian Green Woodpecker, find here one of their rare nesting sites on the plain. In the summer season Grey Heron and Purple Heron stop in these waters to feed. Black-crowned Night-Heron and Little Egret, nest within the area with 25/30 pairs and with 2/3 pairs. In autumn the area becomes an important stopping and feeding site for several species of birds such as Garden Warbler, Blackcap, Lesser Whitethroat and Song Thrush during their migration to Africa.

_________________________

Italiano: L'Oasi WWF degli Stagni di Casale. L’insieme di stagni e di aree umide che compongono l’Oasi è il risultato di passate attività di escavazione dell’argilla. L’abbandono dell’area dopo gli scavi, nei decenni scorsi, ha creato i presupposti per una progressiva colonizzazione della zona da parte della vegetazione caratteristica delle zone umide di pianura. La presenza di vasche scavate a profondità differenti ha favorito una interessante diversificazione ambientale, cosicché attualmente l’area si presenta come un mosaico di superfici perennemente inondate e prive di vegetazione, aree coperte da vegetazione erbacea palustre (in particolare canneto), boschi igrofili di salice, arbusteti mesoigrofili, incolti e prati ruderali, siepi campestri. Gli interventi di riqualificazione ambientale promossi dal WWF ed attuati dal Comune di Vicenza hanno ulteriormente contribuito ad esaltare la diversificazione ambientale dell’Oasi, creando, oltre a strutture per la ricezione dei visitatori, una riva idonea agli uccelli limicoli, un’area rimboschita con specie caratteristiche del bosco planiziale padano, realizzando stagni per gli anfibi ed ampliando le superfici libere da vegetazione e perennemente coperte d’acqua.

Gli specchi d'acqua consentono la nidificazione di  uccelli acquatici come la folaga (Fulica atra), la gallinella d'acqua (Gallinula chloropus), il tuffetto (Tachybaptus ruficollis), il germano reale (Anas platyrhynchos), la marzaiola (Anas querquedula). Nei canneti e nelle boscaglie umide si riproducono invece specie particolarmente rare e legate a questi ambienti, quali il raro basettino (Panurus blarmicus) e il migliarino di palude (Emberiza schoeniclus), oltre al tarabusino (Ixobrychus minutus), il tarabuso (Botaurus stellaris), la cannaiola (Acrocephalus scirpaceus) e il pendolino (Remiz pendulinus). Due specie di picchi, il picchio rosso maggiore (Dendrocopos major) e il picchio verde (Picus viridis), trovano qui uno dei loro rari siti di nidificazione in pianura. Nella stagione estiva, l'airone cenerino (Ardea cinerea) e l'airone rosso (Ardea purpurea) sostano in queste acque per alimentarsi. Inoltre, caso unico in provincia, la nitticora (Nycticorax nycticorax) e la garzetta (Egretta garzetta), nidificano all'interno dell'area rispettativamente con 25/30 coppie e con 2/3 coppie. In autunno l'area diventa un importante sito di sosta ed alimentazione per diverse specie di piccoli uccelli come il beccafico (Sylvia borin), la capinera (Sylvia atricapilla), la bigiarella (Sylvia curruca) ed il tordo bottaccio (Turdus philomelos) durante la loro migrazione verso l'Africa.

Details

Access

The Oasis of the Ponds of Casale can only be visited on Saturdays and Sundays. The entrance through Via Zamenhof (Vicenza east industrial area, in front of the ARPAV building). There is a convenient and large parking for cars. There is an entrance fee of 5 euro (for maintenance of the environments and structures of the Oasis)

_________________________

Italiano: L’Oasi degli stagni di Casale è visitabile unicamente nei sabati e nelle domeniche. L'ingresso all’ Oasi avviene dall'entrata di via Zamenhof (area industriale Vicenza est, fronte allo stabile dell'ARPAV).  E' presente un comodo ed ampio parcheggio per le auto. È previsto un biglietto di ingresso la cui quota è interamente devoluta alla manutenzione degli ambienti e delle strutture dell’Oasi. Biglietto: Intero: 5€.

Terrain and Habitat

Wetland, Lake, Reedbeds, Forest

Conditions

Swampy, Open landscape

Circular trail

Yes

Is a telescope useful?

Can be useful

Good birding season

All year round

Best time to visit

Spring

Route

Wide path

Difficulty walking trail

Easy

Accessible by

Foot

Birdwatching hide / platform

Yes

Links

View birdingplaces in the area that are published on Birdingplaces.eu

Map

Top 5 birds

Other birds you can see here

Comments

Click on the bee eater icon () to insert bird names in your own language. The birdnames will automatically be translated for other users!